Il regno dei Franchi

V secolo

caduta dell’Impero Romano d’Occidente e nascita dei regni romano-barbarici.

  • 476 d.c.

    Caduta Impero Romano d'Occidente.

  • 481 d.C.

    Clodoveo I, figlio di Childerico I, (dinastia dei Merovingi) diventa re dei Franchi Sali.

    Unificato il territorio dei Franchi.

    Conversione dei Franchi al Cattolicesimo.

I MEROVINGI

CLODOVEO I

(481 511)

dinastia dei Merovingi 

(discendenti da Meroveo)

sottomette le altre popolazioni barbariche della regione delle Gallie, la più prospera dell’Occidente

il territorio per la prima volta viene unificato

nasce il Regno dei Franchi

IL REGNO DI CLODOVEO

 

  • Clodoveo si converte al Cattolicesimo → appoggio del papato e della popolazione gallo-romana. 
  • Fusione tra vinti e vincitori. Regno pacifico e prospero. Matrimoni misti → fusione tra aristocrazia franca e quella romana. Romani accolti nell’esercito franco;  i Franchi frequentano le scuole romane.
  • I Franchi si pongono come difensori dei gallo-romani dalle invasioni degli altri popoli barbarici.
  • Buoni rapporti con l’Imperatore di Costantinopoli.

Nucleo del Regno = Francia Settentrionale (Tréviri e Parigi, nuova capitale), cittadelle fortificate.

→ Tenere sotto controllo la frontiera del Reno.

→ Il regno dei Franchi diventa il più solido tra i regni romano-barbarici.

  • Clodoveo I

    466 - 511 d.C.

    Regno unitario.

  • Figli di Clodoveo

    Clotario, Clodomiro, Teodorico e Childeberto.

    Frantumazione del regno.

  • Re Fannulloni

    639 - 751 d.C.

    Re Fannulloni

    Discendenti di Clotario

DOPO CLODOVEO

I successori di Clodoveo si spartiscono il Regno

si frantuma in varie regioni:

sorta di confederazione franca

Ultimi sovrani merovingi: crisi del Regno.

Le regioni in cui si è suddiviso diventano sempre più autonome.

Varie rivolte dei nobili contro il potere regio.

Aree di suddivisione:

  • Neustria (Ovest, valle della Senna);
  • Austrasia (Est, valle di Mosa, Mosella e Reno).

Francia Sud = terra di conquista.

LE DINASTIE FRANCHE

  • Merovingi

    481 (Clodoveo I) - 687 (Pipino di Heristal)

  • Pipinidi

    687 (Pipino di Heristal) - 751 (Pipino III)

  • Carolingi

    751 (Pipino il Breve) - 987 (deposizione di Luigi V)

  • Capetingi

    987 (Ugo Capeto) - 1328 (morte di Carlo IV)

I PIPINIDI

Dinastia discendente da PIPINO DI LANDEN (o “il Vecchio”),

morto nel 639

In origine sono MAESTRI DI PALAZZO

(intendenti del re, sorta di primi ministri che lo aiutano ad esercitare il potere)

dei re merovingi di Austrasia.

Hanno prestigio politico e religioso:

    • grandi ricchezze fondiarie, spesso donate dai sovrani stessi;
    • appoggio dell’aristocrazia;
    • sostegno dei monasteri e santi in famiglia.

VII secolo:

i re di Austrasia diventano tali solo di nome

(“re fannulloni“)

687 

in qualità di maestro di palazzo,

PIPINO DI HERISTAL

unifica Austria e Neustria in un unico regno

714 

Pipino di Heristal muore

diventa nuovo maestro di palazzo suo figlio

CARLO MARTELLO

(= il “piccolo Marte”)

    • Consolidamento del nuovo Regno;
    • POITIERS → battaglia cruciale! Carlo Martello ferma l’invasione degli Arabi, che dalla Spagna stanno salendo verso Nord per invadere il resto dell’Europa.

Battaglia fondamentale per le sorti dell’Europa:

l’Europa rimane cristiana.

↓ 

I Franchi dimostrano di essere l’unica potenza militare in Europa in grado di bloccare l’espansione araba.

VIII secolo

Il Regno dei Franchi si consolida: diviene sempre più potente.

Punti di forza:

  • La cavalleria → tutti i Franchi abili al combattimento possono entrare nell’esercito, ma i contingenti di cavalieri scelti, professionisti della guerra, sono l’arma decisiva. Essi, infatti, sono legati ai Pipinidi da un rapporto di vassallaggio (= i Pipinidi distribuiscono terre ai propri guerrieri e li addestrano → i cavalieri sono del tutto devoti ai loro sovrani e si dedicano completamente alle armi). 
  • Il cristianesimo → quello dei Franchi è l’unico popolo romano-barbarico a convertirsi subito al cattolicesimo, senza adottare l’eresia ariana. →  Il papa si lega in modo saldo ai sovrani franchi, tanto da consacrare a Dio la nuova dinastia dei Pipinidi.
Pipino il Breve

750 

papa Zaccaria riconosce i Pipinidi come nuovi sovrani, poiché ormai detenevano in modo esclusivo il potere di fatto.

Legittimazione della reggenza dei Pipinidi sui Franchi.

751 Deposto Childerico III, ultimo sovrano merovingio.

PIPINO “IL BREVE”

(figlio di Carlo Martello)

viene incoronato e consacrato a Parigi

prima dal vescovo Bonifacio e, tre anni dopo, da papa Stefano II

La dinastia dei Pipinidi ha carattere sacro:

il re assume i suoi poteri e la sua autorità direttamente da Dio,

essendo incoronato dalla Chiesa.

Regno dei Franchi = ruolo di rilievo in Europa.