GIULIO CESARE

GIULIO CESARE

Origini:

  • Nasce il 13 luglio del 100 a.C.
  • Patriziato romano; famiglia aristocratica antichissima: GENS IULIA (i Giuli, che vantavano discendenza da Venere attraverso Iulo, figlio di Enea).
  • Sua zia Giulia era moglie di Mario; Cesare sposa Cornelia, la figlia di Cinna (Mariano).

ORIGINI DELLA CARRIERA DI CESARE:

  • 70 a.C. = QUESTURA (intanto, consoli POMPEO e CRASSO)
  • 63 a.C. = PONTIFEX MAXIMUS (= massima carica religiosa)
  • 62 a.C. = PRETORE (carica precedente al consolato)
  • 61 a.C. = GOVERNATORE della Spagna Ulteriore

Un aristocratico di parte popolare

Cesare sceglie di schierarsi coi POPULARES (= popolari), in accordo con gli ideali di Mario.

vs. politica degli OPTIMATES (= ottimati) e successo individuale. 

Acquisisce ampio bacino di clientes tra i populares

ottiene comando di un esercito forte e fedele

potere e notorietà


IL TRIUMVIRATO

Cesare vuole diventare console, ma non ha basi economiche abbastanza cospicue.

Alleanza con uomini potenti (prima Crasso, poi Pompeo)

Perché Pompeo e Crasso?

Entrambi vogliono consolidare il proprio potere personale.

Pompeo vuole distribuire nuove terre ai suoi veterani delle guerre in Asia, ma il Senato non lo concede;

Crasso  è l’uomo più ricco di Roma.

MA:

Pompeo e Crasso sono nemici.

Cesare ha acume politico e li unisce.

PRIMO TRIUMVIRATO

(60 a.C., LUCCA)

=

accordo PRIVATO E PERSONALE

di 5 anni tra i tre uomini

(triumviratum ⇒ tres = tre; vir = uomo)

IL PATTO COMPORTA:

  • CESARE DIVENTA CONSOLE nel 59 a.C. col sostegno di POMPEO e CRASSO;
  • I PROVVEDIMENTI DI POMPEO vengono approvati su spinta di CESARE CONSOLE;
  • CRASSO ottiene le terre per i veterani di POMPEO presso la classe abbiente;
  • CESARE, console, riduce le tasse dei pubblicani nelle province orientali dello Stato → CRASSO e la sua classe degli EQUITES (= cavalieri) ottengono vantaggi economici;
  • CESARE ottiene terre anche per la PLEBE (grazie alle ricchezze provenienti dall’Asia).
  • CESARE abolisce la pratica degli AUSPICI (manovrati dall’aristocrazia).
  • CESARE si assicura il COMANDO PROCONSOLARE nelle seguenti province: GALLIA CISALPINA (Italia Settentrionale) + ILLIRICO + GALLIA NARBONESE (Provenza) per 5 anni. ⇒ MOSSA ASTUTA!

Siccome sono territori turbolenti, Cesare ottiene il comando di 4 legioni.

spingere il confine di Roma più a Occidente, nella Gallia libera e barbarica.

IL SENATO È IMPOTENTE.

⇒ Alla fine del consolato, CESARE SI SBARAZZA DEI SUOI NEMICI POLITICI: CATONE e CICERONE.

CATONE = politico e magistrato oppositore del triumvirato e contrario al potere di Cesare → mandato a governare Cipro.

CICERONE = magistrato, politico e avvocato che avversava il potere individuale dei triumviri → esiliato a 

→ Cesare si allea con il tribuno della plebe PUBLIO CLODIO, nemico acerrimo di Cicerone

→ CLODIO rimane a ROMA come capo dei populares, che contrastano a mano armata gli aristocratici.

CESARE PARTE PER LA GALLIA

MA:

CONTROLLA ROMA A DISTANZA.


LE GUERRE IN GALLIA

  1. SVEVI e SEQUANI giungono da nord sulle tribù degli ELVEZI (nell’odierna Svizzera occidentale) e questi si spostano a occidente, sugli EDUI (galli liberi ma alleati a Roma). 

Gli Edui chiedono aiuto a Cesare

(che cercava pretesto per espandersi)

Cesare sconfigge gli Elvezi a Bibracte.

2. Cesare sconfigge i GERMANI sul RENO (re = ARIOVISTO)

Cesare si assicura il dominio sulla Gallia centrale

Tentativo di conquistare Gallia del Nord

3. Guerra contro i BELGI, che formano COALIZIONE ANTIROMANA con altri popoli

Cesare vince e conquista fino al fiume MOSAe arriva al CANALE DELLA MANICA

oltrepassa il canale


 

SECONDO ACCORDO DI LUCCA

A Roma ci sono forti contrasti tra Clodio e gli aristocratici

Pompeo inizia a temere il potere di Cesare

Pompeo cerca appoggio dell’oligarchia senatoria e richiama Cicerone dall’esilio.

Cesare torna in Italia

56 a.C.

SECONDO ACCORDO DI LUCCA

tra Cesare, Pompeo e Crasso

  • Cesare ottiene altri 5 anni di proconsolato in Gallia;
  • Pompeo e Crasso consoli nel 55 a.C.
  • Pompeo proconsole di Spagna.
  • Crasso proconsole in Oriente.

Pompeo tradisce Cesare

non si reca in Spagna ma rimane a Roma e si allea con l’aristocrazia senatoria

(si dimostra difensore delle istituzioni tradizionali)

  • 53 a.C. = CRASSO muore a Carre (Mesopotamia) combattendo contro i PARTI.
  • 52 a.C. = POMPEO eletto consul sine collega (= console senza collega) e prende possesso militare di Roma. ⇒ POTERE ASSOLUTO!

 

CONQUISTA DEFINITIVA DELLA GALLIA

Cesare torna in Gallia

si spinge sempre più a NORD, oltrepassa ancora la MANICA:

54 a.C. = Cesare arriva al Tamigi e si allea con alcune tribù locali.

53 a.C. = Cesare torna in Gallia per contrastare gli Arverni

(capo = VERCINGETORIGE)

52 a.C. = Assedio di ALESIA e vittoria romana

Vercingetorige viene deportato a Roma;

decapitato nel trionfo di Cesare dopo 6 anni di prigionia.

Statua di Vercingetorige ad Alesia.

GALLIA INCORPORATA DEFINITIVAMENTE NEL MONDO ROMANO

I Galli adottano lingua, usi e costumi dei vincitori

(= ROMANIZZAZIONE DEI POPOLI VINTI)