GIULIO CESARE

PARTE I

Origini:

 

  • Nasce il 13 luglio del 100 a.C.
  • Patriziato romano; famiglia aristocratica antichissima: GENS IULIA (i Giuli, che vantavano discendenza da Venere attraverso Iulo, figlio di Enea).
  • Sua zia Giulia era moglie di Mario; Cesare sposa Cornelia, la figlia di Cinna (mariano).

 

La carriera di Cesare:

 

  • 70 a.C. = QUESTURA (intanto, consoli POMPEO e CRASSO)
  • 63 a.C. = PONTIFEX MAXIMUS (= massima carica religiosa)
  • 62 a.C. = PRETORE (carica precedente al consolato)
  • 61 a.C. = GOVERNATORE della Spagna Ulteriore.

julius, caesar, roman

Un aristocratico di parte popolare:

Cesare sceglie di schierarsi coi POPULARES (= popolari), in accordo con gli ideali di Mario.

(vs. politica degli ottimati e successo individuale) 

Acquisisce ampio bacino di clientes tra i populares

ottiene comando di un esercito forte e fedele

potere e notorietà

Il primo triumvirato

Cesare vuole diventare console, ma non ha basi economiche abbastanza cospicue

Si allea con uomini potenti

(prima Crasso, poi Pompeo)

 

Perché Pompeo e Crasso?

  • Entrambi vogliono consolidare il proprio potere personale.

  • Pompeo vuole distribuire nuove terre ai suoi veterani delle guerre in Asia, ma il Senato non lo concede.

  • Crasso  è l’uomo più ricco di Roma.

  • MA: Pompeo e Crasso sono nemici → Cesare ha acume politico e li unisce.

 

Nasce il PRIMO TRIUMVIRATO (60 a.C., LUCCA) = accordo PRIVATO e PERSONALE di 5 anni tra i tre uomini (triumviratum ⇒ tres = tre; vir = uomo)

IL PATTO COMPORTA:

  • CESARE DIVENTA CONSOLE nel 59 a.C. col sostegno di POMPEO e CRASSO;
  • Da console, Cesare fa approvare i PROVVEDIMENTI di POMPEO;
  • CRASSO ottiene dai ricchi le terre per i veterani di POMPEO;
  • CESARE, console, riduce le tasse dei pubblicani nelle province orientali → CRASSO e la sua classe degli EQUITES (= cavalieri) ottengono vantaggi economici;
  • CESARE ottiene terre anche per la PLEBE (grazie alle ricchezze provenienti dall’Asia).
  • CESARE abolisce la pratica degli AUSPICI (manovrati dall’aristocrazia).
  • CESARE si assicura il COMANDO PROCONSOLARE nelle seguenti province: GALLIA CISALPINA (Italia Settentrionale) + ILLIRICO + GALLIA NARBONESE (Provenza) per 5 anni. ⇒ MOSSA ASTUTA!

Siccome questi sono territori turbolenti, Cesare ottiene il comando di 4 legioni.

obiettivo di Cesare:

spingere il confine di Roma più a Occidente, nella Gallia libera e barbarica.

IL SENATO È IMPOTENTE.

⇒ Alla fine del consolato, CESARE SI SBARAZZA DEI SUOI NEMICI POLITICI: CATONE e CICERONE.

CATONE = politico e magistrato (oppositore del triumvirato e contrario al potere di Cesare) → mandato a governare Cipro.

CICERONE = magistrato, politico e avvocato che avversava il potere individuale dei triumviri → esiliato.

→ Cesare si allea con il tribuno della plebe PUBLIO CLODIO, nemico acerrimo di Cicerone.

→ CLODIO rimane a ROMA come capo dei populares, che contrastano a mano armata gli aristocratici.

CESARE PARTE PER LA GALLIA

MA:

CONTROLLA ROMA A DISTANZA.